Sportpro.it
Temi e problemi dello sport moderno. Pubblicazione telematica indipendente in linea dal 1998 - Direttore: Eugenio Capodacqua
Giro d'Italia 2017 -21t- Dumoulin un `marziano` a Milano
  • Dumoulin trionfa a Milano
L'olandese straccia gli avversari nell'ultima crono e scalza Quintana
Prima vittoria `orange` nella corsa rosa. Nibali terzo. Pozzovivo e Formolo nei dieci
MILANO – “Incredibile, pazzesco, inimmaginabile”, ai commenti a caldo dell’olandesone volante, al secolo Tom Dumoulin, che – rispettando i pronostici - ha vinto il Giro d’Italia numero 100, primo olandese nella storia, bisognerebbe aggiungere “stratosferico, sorprendente, straordinario, stupefacente”. Perché tali sono gli aggettivi da abbinare alle sue prestazioni a cronometro. ...
leggi articolo
Giro d'Italia 2017 -20t- L'olandese resiste all'ultimo assalto
  • Lo sprint di Tibaud Pinot
Quintana, Nibali, Zakarin, Pozzovivo attaccano Dumoulin, ma guadagnano poco
Ad Asiago vince Pinot.Sarà la crono finale a decidere; i pronostici sono a senso unico
ASIAGO – Almeno ci hanno provato. Hanno cercato di sfiancarlo alla distanza salendo verso il Grappa ad un ritmo asfissiante, lo hanno attaccato a ripetizione sulla non impossibile salita verso Foza e l’altipiano; lo hanno costretto ad un lungo inseguimento. ...
leggi articolo
Giro d'Italia 2017 -19t - L'olandese stavolta non vola
  • Nibali e Dumoulin
Dumoulin distratto in cima a Sappada, attaccato da Quintana & Nibali arriva esausto sull'ultima salita e perde la rosa
A Piancavallo bella vittoria di Landa: `Finalmente la posso dedicare a Michele Scarponi`. Il colombiano comanda la classifica. Il siciliano: `Lotteremo fino alla fine`
PIANCAVALLO – Beh, non si può certo dire che non sia mancato il pathos in questa terzultima tappa del Giro con l’ultimo arrivo in salita a Piancavallo. Vince Landa, corona un sogno inseguito tenacemente fin dalla brutta caduta ai piedi del Blochaus e può dedicare finalmente il successo all’amico scomparso. ...
leggi articolo
Giro d'Italia 2017 -18t- Dumoulin li sbeffeggia
  • Dumoulin al traguardo
A Ortisei vince Van Garderen, ma l'olandese dimostra una superiorità da marziano
Commoventi gli `attacchi` di Quintana e Nibali sull'ultima ascesa. La corsa rosa trova un padrone assoluto
ORTISEI – Qualora fosse rimasto un dubbio, dopo l’incidente “intestinale” sullo Stelvio svizzero, seguito da una rimonta stratosferica, l’arrivo a Ortisei ha chiarito tutto. Non solo l’olandesone volante, al secolo il bel Tom Dumoulin, è il più forte del plotone in questa modestissima edizione del Giro d’Italia, ma si sente tanto forte da schernire perfino i suoi avversari. ...
leggi articolo
Giro d'Italia 2017 -16t - Il morso dello `squalo`
  • NIbali sprinta su Landa
Nibali attacca e vince. Una crisi intestinale ritarda la maglia rosa
Ma Dumoulin conserva le insegne del primato: Quintana ora è a 31`; il sicilianoa 1'12. Dopo lo Stelvio il Giro ricomincia
BORMIO - Vincenzo Nibali c’è. Ma c’è, ancora, anche l’olandesone in maglia rosa, Tom Dumoulin, che con rimarchevole determinazione annulla l’abbraccio della malasorte (un problema intestinale che lo ha costretto a fermarsi e perdere molto tempo proprio nel momento in cui sull’ultima salita si scatenava la bagarre) e conserva ler insegne del primato. ...
leggi articolo
Giro d'Italia 2017 - 5t - Il bis di Gaviria
  • Pibernik alza le braccia sul traguardo
E il povero Pibernik alza le braccia invano
Pensava di aver vinto; mancava ancora un giro. Jungels sempre in rosa
MESSINA – No, non bisogna cedere alla facile tentazione di prendere per i fondelli un poveretto che dopo 159 chilometri di pedalate (sia pure non impossibili) non ha la lucidità giusta per capire che sta passando sotto lo striscione per l’ultimo giro e non per il traguardo finale. Troppo facile. ...
leggi articolo
Giro d'Italia 2017 - 4t - Il coraggio parla sloveno
  • La gioia di Polanc al traguardo
Polanc in cima all'Etna dopo 179 chilometri di fuga
Jungels in rosa. Uno scattino di Nibali, poi i `big` si marcano e in salita non c'è quasi battaglia
ETNA – Il pomeriggio è gradevole davanti alla tv. Splendidi i paesaggi, i fiori e i colori della primavera avanzata; un po’ di storia (come quella delle terre sottratte alla mafia); un po’ di sport retrò, con il solito tuffo nostalgico verso Coppi, Bartali e un ciclismo che non tornerà mai più; il mare cristallino di Sicilia e il nero del vulcano. ...
leggi articolo
le ultimissime
Proseguendo la navigazione acconsenti all\'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito.
Per maggiori info