Sportpro.it
Temi e problemi dello sport moderno. Pubblicazione telematica indipendente in linea dal 1998 - Direttore: Eugenio Capodacqua
GP Liberazione al via nonostante tutto
`Un patrimonio della capitale e di tutto il ciclismo`
Il ministro Lotti, il presidente del Coni Malagò, il n. 1 della FCI Di Rocco e la collaborazione fattiva della Lazzaretti Cicli per rilanciare la manifestazione che va al di là del semplice avvenimento sportivo. Appuntamento il 25 aprile
ROMA - Puntuale, come quel lontano 1946, martedì 25 aprile il Gran Premio della Liberazione tornerà a suscitare le più belle emozioni, non solo sulla bicicletta. L’appuntamento con la corsa capitolina, infatti, è l’occasione per rievocare innanzitutto il valore civile della libertà che il Popolo Italiano conquistò grazie al sacrificio di tanti partigiani che soffrirono e morirono per liberare il Paese dall’occupazione nazifascista. ...
leggi articolo
Freccia Vallone 2017 - Valverde suona la `quinta`!
  • Alejando Valverde, dominatore a Huy
Intoccabile lo spagnolo sul `muro` di Huy
Quinta vittoria in carriera, la quarta consecutiva, di Alejandro Valverde sulle strade della Freccia Vallone, secondo appuntamento del Trittico delle Ardenne con finale sul tradizionale Muro di Huy. Il 36enne murciano della Movistar, con una accelerazione irresistibile negli ultimi metri, ha iscritto ancora una volta il suo nome nell'albo d'oro di una classica che lo aveva gia' visto trionfare nel 2006, 2014, 2015 e 2016. ...
leggi articolo
Gilbert deve rinunciare anche al Giro d'Italia
  • Gilbert sul traguardo dell'Amstel
Un problema ai reni ha fermato il vallone
La conseguenza di una caduta durante l'Amstel vinta domenica scorsa per la quarta volta
Una caduta che sembrava inoffensiva si è rivelata più dannosa del previsto per il belga Philippe Gilberto, recente vincitore dell’Amstelò Gold Race e del Giro delle Fiandre. Ilò vallone è costretyto a rinunciare non solo alle ultime classiche nelle Artdenne (Freccia Vallone e Liegi-Badstogne-Liegi), ma addirittura al Giro d’Italia. ...
leggi articolo
Amstel Gold Race 2017 - Gilbert mette la quarta
  • Philippe Gilbert
Il belga brucia in volata il polacco Kwiatkowski
Primo degli italiani Colbrelli (9°)
Ha vinto alla sua maniera: entrando e animando una fuga dalla distanza, come già aveva fatto nell’ultima edizione del Giro delle Fiandre. Con una differenza, ad inizio aprile era scattato da solo; nella Amstel Gold Race, vinta per la quarta volta, si è incollato al connazionale Benoot, e ha poi animato il finale, caratterizzato da lungo duello sul filo dei secondi fra il gruppetto di fuggitivi (sette in tutto) e il plotone dietro. ...
leggi articolo
Mondiali pista 2017 - Ganna, un argento che vale
  • Ganna abbracciato dal Ct Villa
Terza medaglia per il clan azzurro nella manifestazione iridata
HONG KON G - Filippo Ganna vince l'argento nell'inseguimento individuale e, a distanza di un anno dal titolo conquistato nella stessa specialità, si conferma uno dei migliori interpreti: a 20 anni è lui la pietra angolare sulla quale costruire il futuro del nostro ciclismo su pista maschile. Con il secondo tempo delle qualificazioni in 4'14''647 il campione del mondo in carica si era conquistato il diritto di difendere il suo titolo contro l'australiano Jordan Kerby (professonista del team Drapac, 25 anni ad agosto), che aveva fatto registrare il miglior tempo in 4'12''172. ...
leggi articolo
Mondiali della pista 2017 - Barbieri, lo scratch è d'oro
  • Rachele Barbieri oro nello scratch
Storico sprint della giovanissima azzurra
Salvoldi: `Un talento da preservare anche per la strada`. Record italiano per il quartetto femminile. Gli uomini vanno in finale a caccia del bronzo.
HONG KONG - Quando il Ct più medagliato del ciclismo nostrano suggerisce un nome bisogna tenerne conto. Dino Salvoldi lo aveva quasi preannunciato al momento delle convocazioni: “Questa ragazza ha talento; vedrete”. ...
leggi articolo
Parigi-Roubaix 2017, la `prima` di Greg
  • Greg Van Avermaet
Il belga Van Avermaet domina la corsa delle pietre
L'olimpionico di Rio non aveva mai vinto una classica-monumento:`Ringrazio Oss; è stato fondamentale`. Gara velocissima, battuto il record di Post. Il giovane Moscon ottimo quinto
ROUBAIX – Se l’è sudata e ha strameritato questa sua prima vittoria in carriera in una corsa-monumento. Era il più forte Greg Van Avermaet, il fiammingo che sta sempre più assumendo i panni dell’uomo nuovo nelle grandi classiche. ...
leggi articolo
Giro delle Fiandre 2017 - Il coraggio di Gilbert
  • Gilbert taglia così il traguardo
Vince dopo 55 chilometri di fuga solitaria
Corsa ricca di colpi di scena. Cade Sagan, coinvolge Naesen e Van Avermaet, che si rialza, insegue ed è 2°. Timido risveglio azzurro: tre italiani nei dieci
Tanto Belgio, ma non avrebbe potuto essere diversamente nel Paese dove il ciclismo è autentica religione e dove una folla immensa ha accompagnato i corridori per oltre 260 chilometri disseminati di mitici muri e insidioso pavé. Il “Fiandre” numero 101 va ad un vallone, Philippe Gilbert, rigeneratosi nella Quick Step Floors alla corte di quel volpone che risponde al nome di Patrick Lefevère forse il manager più vincente di sempre nelle grandi classiche. ...
leggi articolo
`Paga per correre`, la Corte federale FCI condanna Savio e Citracca
  • Il manager Gianni Savio
Ribaltata la sentenza di assoluzione in primo grado
Tre mesi ai due manager per aver `condizionato il passaggio al professionismo` di svariati atleti. La difesa di Savio: `Mai violato alcun regolamento`.
Con una clamorosa e storica decisione la Corte d’appello federale della Federciclismo ha ribaltato la sentenza di assoluzione nella vicenda ribattezzata “paga per correre“. Tre mesi di stop per due noti manager del settore; 15 giorni si sospensione per Marco Coledan, il corridore che ha mentito prima di collaborare e confessare. ...
leggi articolo
Gand Wevelgem 2017 - Il regno di Van Avermaet
  • Lo sprint di Van Avermae
Sagan e Terpstra litigano e Il belga ne approfitta
Fuga a cinque decisiva dopo il Kemmelberg. In cinque davanti;poi restano in due. Il campione olimpico ora è il grande favorito per il Giro delle Fiandre
WEVELGEM - Almeno lì in mezzo alla folla che gremisce i muri e le asperità più salienti della corsa riesci a capire qualcosa di cosa potrebbe essere il ciclismo a livello mondiale, anche da noi, e cosa invece non è. Gente, popolo festante, per vedere un flash; un quasi-avatar di atleta (o gruppetto di atelti) che passa in un amen e va verso il suo destino fosse quello dei `pieds noir` che cominciano a pestare i pedali appena fuori Gand e sono irrimediabilmente ripresi ad un pugno di chilometri dal traguardo, oppure quello delle nobili leve del campione olimpico che governa e si muove dall'alto di una superiorità stupefacente e alla fine aggiunge un perla alla sua già pingue collezione. ...
leggi articolo
le ultimissime
Proseguendo la navigazione acconsenti all\'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito.
Per maggiori info