Sportpro.it
Temi e problemi dello sport moderno. Pubblicazione telematica indipendente in linea dal 1998 - Direttore: Eugenio Capodacqua
Per la Fifa il `Russiagate` non esiste
Il presidente Infantino: `Non accettiamo speculazioni`
Il solito alibi dei test negativi. Il doping è dappertutto tranne che nel calcio?
Dappertutto, perfino degli scacchi e nel bridge. Meno che nel calcio. A leggere le dichiarazioni dei responsabili mondiali il doping non sarebbe neppure alla lontana un problema per il mondo del pallone. `Per quanto riguarda la Fifa, la decisione del Comitato Olimpico Internazionale non avrà effetto sul calcio: stiamo parlando del campionato del mondo e queste questioni non ci riguardano`. Così il presidente della Fifa Gianni Infantino, citato da Interfax. Infantino ha commentato la possibile decisione del Cio di escludere la nazionale russa dai giochi olimpici invernali sudcoreani. `Per quanto riguarda altre questioni, la Fifa ed io non partecipiamo alle speculazioni legate a qualcosa che può aver luogo in futuro. La Fifa controlla tutti i giocatori che partecipano ai tornei, lo fa regolarmente, tutti i test nel 2014, e anche durante i tornei dell'anno scorso, sono stati negativi`, ha precisato Infantino. E il fatto che ancora una volta si ricorra alla non-positività ai test per sostenere la tesi del non-doping fa riflettere. Basta pensare alle centinaia di molecole che sfuggono alle analisi per sorridere di fronte a queste affermazioni.
`I test in Russia sono stati fatti da una organizzazione non russa – spiega Infantino - il processo continuerà, se ci saranno violazioni delle regole anti-doping allora ci saranno anche le sanzioni`.
I russi, intanto, tentano di uscire dall’accerchiamento. `Noi rispondiamo in buona fede a tutte le domande sul doping – spiega il vice premier russo con delega allo Sport Vitaly Mutko - ho incontrato la commissione del Cio e sono pronto a dare spiegazioni un'altra volta. Siamo sinceri anche con la Fifa e rispondiamo a tutte le domande. Per quanto riguarda la nazionale di calcio non ci sono state e non ci sono 'macchinazioni' sui test anti-doping ma ci sono stati tentativi di coinvolgerla e questo è stato provato: se qualcuno ha violato qualcosa allora dovrà risponderne, sempre che ci siano le prove`.
le ultimissime
Proseguendo la navigazione acconsenti all\'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito.
Per maggiori info