Sportpro.it
Temi e problemi dello sport moderno. Pubblicazione telematica indipendente in linea dal 1998 - Direttore: Eugenio Capodacqua
Russiagate: gli atleti squalificati a vita scrivono a Putin
Vogliono `capire` il perché dell'esclusione
Lettera aperta su Instagram. Medvedev: `Le accuse sono diventate assolutamente politiche`
Gli atleti russi, che sono stati privati delle medaglie olimpiche a causa di `violazione delle regole anti dopinmg`, hanno fatto appello al leader del Cremlino Vladimir Putin, dichiarando di voler `capire`; ovvero di conoscere i perché di tale decisione. I bobbisti Alexander Kasyanov, Alexey Pushkarev e Ilvira Khuzin e due skeletonisti Alexander Tretyakov ed Elena Nikitina si sono rivolti in una lettera aperta a Putin chiedendogli di occuparsi della loro esclusione dal concorso. La lettera aperta al presidente è stata pubblicata su Instagram da Elena Nikitina. Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) il 29 novembre ha dichiarato Kasyanov, Pushkarev e Khuzin colpevoli di aver violato le regole antidoping. Sono stati sospesi a vita, i loro risultati a Sochi-2014 sono stati annullati. Secondo il Cremlino l'appello non è ancora nelle mani del presidente Vladimir Putin, almeno, così ha dichiarato Dmitry Peskov, segretario stampa presidenziale. Mentre tutta la vicenda del cosiddetto “russiagate” sta virando sul versante politico. Le accuse di doping di Stato rivolte dalla Wada alla Russia sono `diventate assolutamente politiche`: ha dichiarato il premier russo Dmitri Medvedev in un'intervista tv. `Il doping - ha detto Medvedev - qui conta per il 30%. Il resto è manipolazione politica. Sfortunatamente - ha proseguito il premier russo - questo tema è diventato quello principale per svolgere un'altra campagna antirussa, che dovrebbe raggiungere l'apice in un certo ciclo politico per mostrare quanto è pessima la situazione`.
La prossima settimana il Cio si pronuncerà sulla partecipazione o meno della Russia alle Olimpiadi Invernali in programma in Corea del Sud dal 9 al 25 febbraio 2018. Per quanto riguarda i diari - recentemente pubblicati dal New York Times - dell'ex direttore del laboratorio antidoping russo Grigori Rodchenkov, che ha svelato il presunto programma di doping di Stato russo, Medvedev ha dichiarato che `è sufficiente guardarli per capire come Rodchenkov abbia bisogno di cure psichiatriche`.
le ultimissime
Proseguendo la navigazione acconsenti all\'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito.
Per maggiori info