Sportpro.it
Temi e problemi dello sport moderno. Pubblicazione telematica indipendente in linea dal 1998 - Direttore: Eugenio Capodacqua
Caso Schwazer: parla l'avvocato Brandstaetter`
`Non ci difenderemo accusando la carne adulterata`
Presentata alla Procura di Bolzano una denuncia penale a carico di ignoti per frode sportiva e falso. Martedì scriverà alla Iaaf per segnalare tutte le `incongruenze` chiedendo l'annulamento della procedura di sospensione
L'ha presentata come semplice ipotesi senza alcun valore e non come tesi difensiva. L'avvocato Brandstaetter che sta seguenda la vicenda della seconda positività di Alex Schwazer ha fornito alcuni praticolari sugli sviluppi. E ha fatto capire che la tesi che il testoserone esogeno rilevato nel test incriminato (del 1° gennaio 2016) possa venire da un una intossicazione alimentare, non sarà un elemento della difesa che è basata piuttosto sulle numerose `incongruenze` che l'intera storia di quelle analisi avrebbe rilevato. . L'agenzia dell'Ansa che riporta la notizia è chiarissima. La riportiamo integralmente.

Testosterone forse da cibo alterato, legale:`Ma non sarà difesa` (ANSA) - ROMA, 25 GIU - Forse una bistecca dietro i valori anomali di testosterone. Il caso Schwazer si arricchisce di nuovi e coloriti particolari: nel cenone di fine anno il marciatore avrebbe mangiato carne alterata, che `poteva essere di un animale trattato con ormoni`. Un'ipotesi avanzata dall'avvocato Gerhard Brandstaetter, difensore dell'atleta, che però poi ha corretto il tiro, sottolineando che a distanza di tanto tempo la tesi della carne `non è più dimostrabile` e, comunque, la questione `non sarà parte della strategia difensiva`. E anche che tra le vallate `la carne è genuina`. `Se può essere vera l'ipotesi che concentrazioni tanto basse di positività siano compatibili con una contaminazione alimentare - spiega il legale - non ci siamo invece mai sognati di dire che qui ci siano animali trattati col testosterone, anzi è carne genuina. Virtualmente è possibile una contaminazione alimentare e può avvenire con le modalità più disparate. Ma non intendiamo percorrere tale strada`. A ogni buon conto Brandstaetter e il suo collega Thomas Tiefenbrunner hanno presentato a Bolzano una denuncia penale a carico di ignoti per frode sportiva e falso. E entro martedì scriveranno alla Iaaf per sottolineare tutte le `incongruenze`, come le ha definite Brandstaetter, di queste nuove accuse di doping al loro assistito che possono costare a Schwazer non solo le Olimpiadi, ma la carriera. Al presidente Sebastian Coe e al consiglio mondiale della Iaaf i due legali chiederanno che `venga annullata la procedura contro Schwazer per non precludergli la partecipazione alle Olimpiadi di Rio e di non sospendere l'atleta`. Tempi stretti dunque per salvare il biglietto per Rio, una corsa contro il tempo, fra regolamenti, prelievi, sospetti. `Gli esiti dei test - spiega Brandstaetter - si sapevano già a maggio, ma sono stati resi noti solo nei giorni scorsi. È una grave irregolarità, vista l'imminenza della scadenza dei termini per presentarsi alle Olimpiadi`. `Noi - aggiunge - vogliamo evidenziare tante e diverse irregolarità riscontrate. Le irregolarità partono da gennaio, poi su questa prova, allora risultata negativa, è stato chiesto dalla Wada un altro test a maggio. Per noi queste sono altre anomalie`. La storia della bistecca intanto ha scatenato l'ironia sui social: l'ex allenatore di Schwazer, Michele Didoni, al suo fianco fino alla vigilia delle Olimpiadi di Londra, ha postato sul suo profilo la foto di due bistecche.(ANSA). GER 25-GIU-16 17:17 NNNN
  • schwazer130215.jpg
    schwazer130215.jpg
le ultimissime
Proseguendo la navigazione acconsenti all\'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito.
Per maggiori info