Sportpro.it
Temi e problemi dello sport moderno. Pubblicazione telematica indipendente in linea dal 1998 - Direttore: Eugenio Capodacqua
Campionato italiano dei giornalisti ciclisti
Le colline di Asolo per decretare il tricolore
Asolo ospiterà domenica 3 luglio prossimo il 56° Campionato Italiano Giornalisti Ciclisti, la gara per arti mestieri con la storia più lunga, a dimostrazione del grande amore che c’è sempre stato tra i giornalisti e la bicicletta.
È sicuramente più facile scrivere delle gesta degli atleti impegnati negli sport più diversi che diventare, anche soltanto per un giorno, i protagonisti di quelle stesse prove agonistiche. È proprio quello che vogliono fare i giornalisti d’Italia, appassionati della bicicletta, sfidandosi in un campionato che vanta decenni di storia e che anche quest’anno si ripropone di laureare i migliori corridori della categoria.
La splendida località trevigiana di Asolo (“la città dai cento orizzonti” come la definì Giosuè Carducci) e le vicine colline di Castelcucco saranno lo scenario perfetto. Il circuito scelto dal Comitato organizzatore (Velodromo Mercante e Veterani dello sport di Bassano del Grappa) metterà alla prova la preparazione dei concorrenti che per otto volte pedaleranno lungo un tracciato di oltre cinque chilometri fra salita e discesa. Ma a decretare i vincitori delle diverse categorie sarà, in particolar modo, la salita finale per raggiungere il traguardo proprio nel cuore della città murata di Asolo. Ci sarà spazio, durante la gara, di ammirare lo stupendo panorama offerto dalle colline trevigiane che salgono verso la cima dello storico Monte Grappa, ma anche la bellezza architettonica delle tante ville che costellano la città di Asolo con il suo castello e la Rocca che ospitarono Caterina Cornaro, regina di Cipro, Gerusalemme ed Armenia.
È la sesta volta, dal 1949, primissima edizione del campionato italiano giornalisti ciclisti, svoltasi, allora, a Bari, che si corre questa impegnativa prova in linea nel Veneto. La prima volta fu nel 1984 a Bassano del Grappa, nel Vicentino; l’anno successivo a Salzano, nel Veneziano; nel 1991 ad Illasi, nel Veronese; nel 1998 nuovamente a Bassano del Grappa e, nel 2014, a Marostica, nel Vicentino.
Al Campionato Italiano di ciclismo per giornalisti possono partecipare tutti i giornalisti iscritti all’Ordine, Professionisti o Pubblicisti. Possono inoltre partecipare i Praticanti che vengono considerati professionisti mentre i giornalisti italiani residenti all’estero devono essere autorizzati dal Consiglio Direttivo dell’AGCI dopo aver documentato l’attività svolta.
Categorie
Pubblicisti senior (fino a 45 anni);
Pubblicisti veterani (da 46 a 55);
Pubblicisti gentlemen (oltre 55);
Professionisti senior (fino a 50 anni);
Professionisti gentlemen (da 51 a 69);
Femminile;
Supergentlemen 70 e oltre (pubblicisti e professionisti)
Programma
Sabato 2 Luglio
Ore 17,00 Visita a Villa Barbaro a Maser, una delle più importanti e conosciute ville venete, capolavoro del grande architetto vicentino Andrea Palladio, dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.
Ore 18,30 Appuntamento all’Hotel Villa Cipriani ad Asolo per l’incontro con il Presidente Nazionale dei Giornalisti Ciclisti, Roberto Ronchi e con il sindaco di Asolo e di Castelcucco.
Al termine, aperitivo e consegna dei pacchi gara ai concorrenti.
Domenica 3 Luglio
Ore 8,30 ritrovo dei concorrenti a Villa Razzolini Loredan - Asolo
Ore 10,00 trasferimento al luogo di partenza del Campionato Italiano
Ore 10,15 partenza del 56° Campionato Italiano Giornalisti Ciclisti
Ore 12,00 premiazioni dei vincitori nella piazza principale di Asolo
Ore 13,00 pranzo offerto dal ristoratore a Villa Razzolini Loredan
Sarà la campionessa del mondo, Alessandra Cappellotto, la madrina del Campionato Italiano. Ricchissimo il palmares dell’azzurra. Fra i tanti successi : bronzo a Oslo, nel 1993, nella cronosquadre; bronzo nel 1996, a Lugano, nella cronometro; oro, nel 1997, a San Sebastian nella prova in linea. Fu la prima italiana a raggiungere questo ambito traguardo.
Il saluto di Roberto Ronchi, Presidente Associazione Giornalisti Ciclisti Italiani:
“Con particolare piacere torniamo ancora una volta in Veneto per disputare il Campionato Italiano Giornalisti che per la prima volta si tiene nella bellissima città di Asolo. In queste terre che tanto amano il ciclismo e al quale hanno dato tanti campioni è sempre una gioia poter correre in bici; Asolo, poi, quest’anno si è dimostrata particolarmente vicina al grande ciclismo ospitando l’arrivo della tappa del Giro che proveniva da Modena.
Ora dopo l’eccellenza del ciclismo ospita il Campionato Italiano Giornalisti, 56 edizioni, le prime tre dal 1949 al 1951 poi, dopo una decina di anni di pausa, dal 1964 ininterrottamente fino ad oggi. E non bisogna dimenticare che le gare in bici tra giornalisti hanno una storia molto più lunga, la prima di cui si ha conferma risale al 1911, fu disputata a Torino e vinta dal giovane Giuseppe Ambrosini, che poi sarebbe diventato una delle firme più autorevoli del giornalismo italiano.
Certi di trovare una grande organizzazione, cercheremo di dimostrarci all’altezza non solo offrendo una gara appassionante ma soprattutto raccontando nelle nostre cronache l’affascinante località che ci ospita”.
Iscrizioni: da inviare per mail a cekin65@gmail.com e per conoscenza a rob.ronchi1950@gmail.com con il numero di tessera ciclistica e la società.
Tessera: è necessario il tesserino amatoriale oltre alla tessera dell'Ordine; chi è in possesso solo della tessera da cicloturista dovrà coprire il percorso a passo turistico. IMPORTANTE: ricordarsi di prendere con se la tessera e presentarla al momento del ritiro del numero di gara.
Informazioni: sulla pagina Facebook del Campionato oppure Roberto Ronchi 339-7551641 rob.ronchi1950@gmail.com
Ritrovo: ore 08,00 presso il Ristorante Villa Razzolini Loredan Via Schiavonesca Marosticana, 13 - Asolo (TV)
Partenza: il via del tratto turistico verrà dato alle ore 10.00. Percorso: Asolo-Monfumo (trasferimento turistico), circuito di Monfumo di 5,300 km da ripetere 8 volte poi Monfumo-Asolo km 2,300. Arrivo in via Roma. Totale agonistico km 44,700
Altimetria del circuito: si dovrà percorrere 8 volte un circuito di 5,300 km che presenta i primi 2 km in leggera salita, mediamente il 2% ma che in un paio di punti raggiunge anche il 4/5 %; la salità è interrotta da una breve (200 metri) discesa. Arrivati in località Castelcucco dopo un centinaio di metri pianeggianti inizia la discesa veloce e a curve ma non particolarmente pericolosa, più ripida nella parte iniziale, più dolce nell'ultimo chilometro, attenzione a una curva a 90° non molto larga alla fine subito prima di riprendere a salire.
Altimetria del tratto finale: 900 metri dopo esseri usciti dal circuito inizia la salita di 1400 metri che raggiunge anche punte del 9/10%. Gli ultimi 250 metri sono in pave ma ben pedalabili, attenzione perché gli ultimi 50 metri sono in discesa. Il percorso finale all'interno di Asolo: via Foresto di Casonetto, via Canova, piazza Gabriele d'Annunzio, via Regina Cornaro, via Roma ARRIVO
  • Il borgo medievale di Asolo
    Il borgo medievale di Asolo
le ultimissime
Proseguendo la navigazione acconsenti all\'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito.
Per maggiori info