Sportpro.it
Temi e problemi dello sport moderno. Pubblicazione telematica indipendente in linea dal 1998 - Direttore: Eugenio Capodacqua
Giornalisti, mondiale 2017 - Un argento e molti rimpianti
Calovi alfiere del team azzurro
Olmi: `Agonismo esasperato. 90 km a 38 di media con 1000 metri di dislivello... Ha influito negativamente l'abbinamento con la gran fondo`. Appuntamento al 2018 a Roeselare (Belgio)
Si chiude con una sola medaglia d'argento per l'Italia e con molti rimpianti il Mondiale Giornalisti disputato a Bad Dürrheim in Germania. La sfortuna ha fermato Graziano Calovi; mentre era lanciato verso la vittoria nella prova su strada ha rotto il pignone e perso un paio di minuti. Malgrado questo è ugualmente riuscito a conquistare la piazza d'onore dando così all'Italia l'unica medaglia della difficile trasferta. Al campionato hanno partecipato giornalisti di dodici Nazioni ma sono stati i tedeschi e gli olandesi a farla da padroni con il solo ucraino Pazyak a interrompere la loro egemonia.
Sul livello di gara è più esplicito sulla sua pagina FB Leonardo Olmi uno degli atleti-giornalisti più preparati. Ecco cosa scrive: ` Gara falsata con la gf RiderMan che partiva 2min dopo di noi, tutti a favore dei giornalisti tedeschi, ho perso il gruppo di testa su una salita dopo 48km, media troppo alta per me, 38kmh su 90km per 1000dsl... gara chiusa in 2h14min a soli 6min dai primi (della gf con dentro il tedesco che ha vinto la cat. vecchi come me) 5° in volata di gruppo mischiato, il 3° e il 4° erano li ma non sapevo dove... cmq sembrava di essere a una tappa del Tour... e a livello di prestazione credo di aver fatto una delle gare più belle e più forti da quando corro, sono andato ancora più forte che in Grecia, ma di più non potevo... lascio a voi i commenti...
Forse è arrivato il momento di ripensare un po' all'agonismo troppo esasperato di quelle che dovrebbero essere semplici kermesse.
La nutrita formazione italiana, oltre all'argento di Calovi, ha portato a casa due quinti posti con Perazzi, un quinto e un settimo con Nizzero, un quinto con Olmi e due decimi con Muraro e Merli. Resta un po' di rimpianto per il quarto posto del Blue Team nella prova a squadre causa un errore in una curva. In questa gara le altre formazioni italiane si sono piazzate sesta, Frecciazzurra, e decima, Italia Speranza. La rivincita nel 2018 a Roeselare in Belgio.
Tutti i campioni del mondo:

Cronometro
M1 Beukeboom Sjors (Ned)
M2 Koopmann Holger (Ger)
M3 Pazyak Yosyf (Ukr)
W Garus Katharina (Ger)
Strada
M1 Beukeboom Sjors (Ned)
M2 Koopmann Holger (Ger)
M3 De Groot Peter (Ned )
W Garus Katharina (Ger)
Sprint a squadre
1. Olanda, 2 Team Villingen, 3. Red Lions, 4. Blue Team Italia.

  • Il podio della prova su strada (M2), da sinistra Calovi, Koopman e Allwang.
    Il podio della prova su strada (M2), da sinistra Calovi, Koopman e Allwang.
le ultimissime
Proseguendo la navigazione acconsenti all\'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito.
Per maggiori info