Sportpro.it
Temi e problemi dello sport moderno. Pubblicazione telematica indipendente in linea dal 1998 - Direttore: Eugenio Capodacqua
Mondiali pista 2017 - Ganna, un argento che vale
Terza medaglia per il clan azzurro nella manifestazione iridata
HONG KON G - Filippo Ganna vince l'argento nell'inseguimento individuale e, a distanza di un anno dal titolo conquistato nella stessa specialità, si conferma uno dei migliori interpreti: a 20 anni è lui la pietra angolare sulla quale costruire il futuro del nostro ciclismo su pista maschile. Con il secondo tempo delle qualificazioni in 4'14''647 il campione del mondo in carica si era conquistato il diritto di difendere il suo titolo contro l'australiano Jordan Kerby (professonista del team Drapac, 25 anni ad agosto), che aveva fatto registrare il miglior tempo in 4'12''172. Nella finale l'azzurro non è riuscito ad impostare la corsa come era nelle previsioni, ovvero recuperare nella seconda parte di gara. Complice anche una falsa partenza dovuta all'errore dei giudici, che hanno sparato un colpo di pistola dopo la partenza inficiandola. Dopo la seconda partenza Filippo ha iniziato ad accumulare decimi di distacco dall'australiano. Entrambi hanno risentito lo sforzo profuso nei primi giri poi annullati che li ha costretti a correre con tempi più alti rispetto alla mattina. Kerby chiude la distanza in 4'17`068, Ganna in 4'21`299.
Sarebbe però ingeneroso nei confronti di questo splendido atleta parlare di delusione per la sconfitta in finale: il suo torneo, la sua determinazione e il coraggio dimostrato nei momenti decisivi del torneo, come ha anche raccontato il Coordinatore delle Nazionali Davide Cassani sulla sua pagina FB, confermano la statura di un campione in grado di mantenere i nervi saldi nonostante la giovane età. Filippo in questo mondiale ha rappresentato l'unico argine allo strapotere degli australiani. Questo rende ancora meglio l'idea della sua impresa. Per l'Italia si tratta della terza medaglia in tre giorni di gara. L'argento di Ganna si aggiunge all'oro della Barbieri e al bronzo dell'inseguimento a squadre maschile. E' ancora presto per stilare bilanci, ma un bottino simile non si vedeva da tempo. Nella finale per il bronzo l'altro australiano Kelland O'Brien ha superato, con il tempo di 4'16`909, il francese Corentin Ermenault (4'19`436). Pregevole la prestazione di Liam Bertazzo, 17° tempo in 4'24`561, Carloalberto Giordani ha chiuso con il tempo di 4'32`045 che lo colloca in 24a posizione.
  • Ganna abbracciato dal Ct Villa
    Ganna abbracciato dal Ct Villa
le ultimissime
Proseguendo la navigazione acconsenti all\'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito.
Per maggiori info