Torna indietro AMATORI DI LATINA 2011 Torna alla Home Page

MOVIMENTO CICLISTICO LATINA
"abbattiamo l'agonismo esasperato"

coordinamento corse:
Alberto Borgognoni
tel. 328 6868125-  fax 0773 488308
e-mail:
ciclismo.aclatina@libero.it

ACLI Comitato Provinciale Latina - Via Adua 34, Latina tel/fax 0773 488998

           Coordinamento corse intersociali c/o Alberto Borgognoni - e-mail  ciclismo.aclatina@libero.it – tel. 328 6868125            

SPORTPRO: SOUND & SLIDES SHOW     SPORTPRO: I VIDEO AMATORIALI
  10 APRILE - SABAUDIA - ARRIVI - 3 APRILE - SEZZE SCALO, TROFEO IL PIRATA - ARRIVI 27 MARZO - TERRACINA - ARRIVI
2O MARZO - LANUVIO - ARRIVI 17 MARZO - ARRIVI 6 MARZO - LATINA - ARRIVI PASSAGGI - PRESENZE
CLIPS: INSIDE THE RACE, 17 MARZO - MIGLIARA 51 CLASSIFICA COPPA LATINA CALENDARIO REGOLAMENTO  - COMUNICATI

10 aprile - SABAUDIA
IL VIDEO DELLE GARE (cliccare qui)


3 aprile - TROFEO IL PIRATA  

Record di partecipazione per il 2° Trofeo Il Pirata, organizzata da Andrea Campagnaro presidente della società che vuole ricordare le gesta del grande campione, Marco Pantani, prematuramente scomparso. 239 gli iscritti, la manifestazione si è svolta nel classico circuito di Sezze Scalo. Affollatissime le tre partenze gestite dai giudici di gara, Gasparetto, Campagnaro, Dell'Aguzzo, Borgognoni, con la protezione delle moto scorta Vessella, assistenza sanitaria, gli Angeli della Misericordia di Cisterna, protezione civile di Roccagorga.

Poche le note di cronaca, corse molto vivaci con diversi tentativi di fuga, ma poche sono state le chance che il gruppo ha concesso agli attaccanti di turno. Per tutte le gare la conclusione è stata una volata molto allungata di gruppo. Nella prima partenza Casconi, aveva la meglio su corsi Fabrizio che conteneva la rimonta di Campagnaro, a cui andava la terza piazza. Nella seconda partenza Monti gioca d'anticipo, prende il rettilineo finale con 10mt di vantaggio che difende sul ritorno di Mattia Angelo e di Quattrini Mario. Nella terza partenza, Negro lancia la volata a Paglierini che materializza lo sforzo del compagno vincendo la corsa. Seconda piazza per Quaglia Giancarlo, terzo D'Ercole Renzo. Eccllente come sempre la premiazione che a chiuso un'altra bellissima manifestazione. Una corsa ben organizzata dal gruppo il Pirata e gestita dal direttore di corsa Alberto Borgognoni e tutto lo staff  del Movimento ciclistico Latina.


27 marzo TROFEO TEAM BIKE TERRACINA
IL VIDEO DELLE GARE (cliccare qui)

Non si può che parlare di successo quando si allineano alla partenza qualcosa come 234 corridori amatoriali. Tanti erano al via del Trofeo Team Bike Terracina, organizzato dal presidente Marcello Cervini. Percorso di 11km in località La Fiora, tutto pianeggiante e, ovviamente,gara molto veloce.
Nel primo gruppo a tre giri dal termine và via una fuga con una 20 di corridori, in rappresentanza dei migliori sodalizi. Nel finale Gino Felici tenta la sortita solitaria, ben protetto dai compagni di squadra. Ma ai 200mt finali svanisce il suo sogno, rientra forte Mariani con De Marco sulla ruota, a questo punto Davide Mattacchioni è costretto ad uscire in prima persona e vince coronando lui il sogno dell'amico, compagno di squadra.

Nella seconda partenza, è la società Latina Sport Team che rompe presto gli indugi mandando in avanscoperta due uomini. Molto attiva anche la società di Velletri Center Bike. Ma i numerosi tentativo sono tutti annullati dal gruppo che rulla veloce. Finisce con una volata a ranghi compatti. 120 corridori piombano sul traguardo ad alta velocità, la spunta Quaglia Fabio su Quattrini Mario.

Anche nella terza partenza fughe e attacchi fin dal'inizio. Ci prova prima Di Cosimo Renzo, con Agostini. Molto attivi De Negri, soprannominato "moto perpetuo" nel plotone, Azzano e un Di Girolamo sempre più vicino alla forma giusta. Ma il controllo è tutto della società Carrozzeria Italia che alla fine ottiene il suo scopo: l'arrivo allo sprint. E qui Carpane Osvaldo impone la sua classe. 2° posto per Quaglia Giancarlo, terza piazza per Tartaglia Giovanni.

Ottimo come sempre il servizio scorte di Vessella; preziosa e attenta la protezione civile G. Petrucci di Borgo Vodice. Il servizio sanitario è stato effettuato dagli Angeli della Misericordia. A chiudere una bella manifestazione una premiazione di alto livello per tutti i presenti.


20 marzo - LANUVIO, TROFEO RECCHIUTI
IL VIDEO DELLE GARE (cliccare qui)

Perfetta organizzazione del Team Civita Bike Lanuvio, che si è avvalsa della collaborazione del team Castelli, per allestire una premiazione importante. 176 partenti divisi in due fasce, corsa molto controllata che si animava sullo strappo che portava al traguardo volante.
La vittoria è andata nella prima fascia a Davide Mattacchioni e nella seconda a Paolo Casconi. Ai 300 finali animato testa a testa tra De Marco e Mattacchioni Davide, classificati nell'ordine. Terza piazza per Soldi Giuseppe, 4° Mariani, 5° Di Prospero.

Nella seconda fascia Casconi stacca i due compagni di fuga, relegando al secondo posto Serafini, terza piazza per Chiaccherini, 4° e primo assoluto della categoria gentleman Negro Giuseppe, 5° Lo Iacono. Mollari Gabriella si aggiudica la categoria donne.

Trofeo per società alla Latinense Bike. La ricca e importante premiazione chiudeva una bellissima manifestazione organizzata in modo esemplare dal presidente Carlo Romani e Sandro Cipriani.


17 marzo - 150° ANNIVERSARIO UNITA' D'ITALIA
IL VIDEO DELLE GARE (cliccare qui) 

INSIDE THE RACE (cliccare qui) 

Nella prima partenza i primi sei in fuga, Astolfi lancia la volata al compagno di squadra, Soprano. Nella seconda partenza fuga per Ottaviani e Panzetta, di comune accordo fino all'arrivo dove Ottaviani impone le sue qualità di sprinter. Nella terza partenza dopo vari tentativi, fuga a 4. D'Ercole, stoffa da campione, batte il più giovane e velocista Paglierini. Ai vincitori sono state consegnate le maglie speciali per 150° anniversario dell'Unità d'Italia.


6 marzo - MEMORIAL MARINO PELOSO

IL VIDEO DELLE GARE (cliccare qui)

Il momento più bello è stato quando alla moglie del compianto Marino è stata consegnata una foto ricordo del suo uomo, grande appassionato di bici e di ciclismo, deceduto nel novembre del 2009. Un brivido di commozione ha attraversato la folta platea dei cicloamatori; quasi 220 al via della classica "ouverture" della stagione degli Amatori di Latina in una mattinata benedetta dal sole a dalla temperatura quasi primaverile. E lungo è stato l'applauso.
Animate e vivissime sono state, in precedenza, le tre corse ottimamente organizzate dal team ASD Latinense Bike con la collaborazione del solito inappuntabile Borgognoni e del suo ormai collaudatissimo team, delle forze dell'ordine e delle moto scorta tecnica del Gruppo Vessella. Con un unico centratissimo obbiettivo, quello di un sano agonismo, della sicurezza, garantita anche dalle ambulanze e dal medico in corsa.
Arrivo alla spicciolata con volata di forza per Roberto Giordano nella prima partenza (a sinistra; cliccare sulla foto per ingrandire). L'alfiere del GS Carrozzeria Italia ha preceduto Giampiero Picozza e Fabrizio Corsi. Nella seconda Claudio Nanni ha bruciato l'intero plotone sulla rampetta dell'arrivo anticipando lo sprint. Dietro di lui Mario Quattrini e Massimo Peloso, figlio del compianto Marino che non nascondeva di voler puntare alla vittoria per dedicarla al papà scomparso. Ma la legge lo sport alle volte è più forte di ogni altra evenienza. "Sarà per la prossima volta", ha commentato durante la ricchissima premiazione presso il ristorante pizzeria Felix Alberto Borgognoni.
Nella terza partenza c'è stato un solo episodio di rilevo. una fuga a sei nata poco dopo il via, nel corso del primo giro. Il solito battagliero De Negri non si è fatto pregare per dare la prima accelerata, imitato da Negro, Moriconi e Di Cosmo. Poco dopo si aggiungeva Eugenio Capodacqua, portacolori dell'Elettrofonteiana e più appresso rientrava sui fuggitivi Osvaldo Carpane guidato dal fiuto e dall'esperienza di ex corridore di vaglia, ma in giornata decisamente non brillante. Dopo una prima fase un po' concitata (certi nervosismi sono davvero inutili se poi non si conosce bene il meccanismo della doppia fila...)  il sestetto trovava l'accordo giusto e in breve guadagnava un vantaggio consistente. Poco dopo l'ultimo passaggio sul traguardo Negro allungava in modo irresistibile andando a vincere in solitario. Dietro, il gruppetto si disuniva un po' per poi raggupparsi in volata. Qui Capodacqua (a destra: cliccare sulla foto per ingrandire) piazzava uno sprint di potenza bruciando sul traguardo l'ottimo De Negri, capace comunque al termine di una gara generosa di guadagnare il gradino più basso del podio.    


UNA NUOVA STAGIONE PER GAREGGIARE IN ARMONIA E AMICIZIA (SI SPERA...)

Puntuale con il primo sole e con le giornate che cominciano ad allungarsi ecco il tradizionale appuntamento con il calendario delle gare degli Amatori di Latina. Un gruppo ormai collaudato grazie sopratutto alla tenace volontà di Alberto Borgognoni e dei suoi valenti collaboratori, ma anche di tutti quanti: presidenti di società, atleti, forze dell'ordine, enti locali hanno contribuito al successo di questa manifestazione ormai divenuta tradizione. Un gruppo che ha saputo consolidarsi negli anni affinando e perfezionando stagione dopo stagione obbiettivi e formule. Quale che sia l'ultimo regolamento (in fondo trovate la versione per questa stagione), vale la pena di ricordare che il gruppo è nato all'insegna dell'agonismo NON esasperato. Il che significa che, pur con l'impegno che ciascuno profonde in allenamenti, fatica, sudore e quant'altro, resta pur sempre un gioco. Un gioco magnifico se lo sappiamo sfruttare nel modo giusto e cioè con misura, senza drammi e litigi, purtroppo ricorrenti ad ad ogni stagione. Ma si sa: la madre degli ignoranti è sempre incinta..., dunque chi è più intelligente sappia come comportarsi. Non ci sarebbe bisogno fra persone adulte (padri e madri di famiglia, nonché molti nonni, addirittura...) di particolari accortezze e suggerimenti, di regolamenti di disciplina e di sanzioni. Basterebbe il normale buonsenso e la normale buona educazione. Ma, purtroppo, talvolta non è così. Il demone dell'agonismo e della rivalità ci prende e stravolge ogni nostro comportamento. Non dobbiamo permetterlo, prima di tutto per la nostra dignità personale. L'uomo si distingue dalla bestia perché ha un cervello (o, almeno, dovrebbe averlo...). Un cervello capace di controllare azioni ed emozioni. Dunque anche rabbia e disappunto. Si può discutere di tutto, anche con forza, ma SEMPRE con rispetto dell'altro e buona educazione. Purtroppo, invece accade spesso di vedere scene invereconde. Addirittura alzare le mani. Tutto ciò è ridicolo. Sciocco. Inutile.
Ricordiamo che siamo in bici per il PIACERE di stare assieme, di confrontarsi senza ambizioni che non siano quelle di mettersi alla prova, alla ricerca (misurata) delle sensazioni migliori del proprio fisico. Un sano e misurato agonismo può fare bene alla salute. Quello esasperato (leggi: tirarsi il collo) no. Meglio fermarsi un attimo prima: la fatica è un segnale preciso. E' il fisico che ci dice: attento, non andare oltre, rallenta, fermati. Specie per chi è avanti nell'età. Saper ascoltare il proprio fisico e interpretare le proprie sensazioni è la cosa più bella; aiuta a vivere meglio anche giù dal sellino. Non dimentichiamo mai,  nei momenti più caldi, che abbiamo fidanzate, moglie, figli, nipoti e un lavoro... Che una spalletta di prosciutto non vale un femore rotto. Meglio tirare i freni un attimo prima. Ovvio, ma giova ripetere perché fra noi non mancano i "duri" di comprendonio. Vincere o primeggiare non deve essere il nostro scopo principale. Perché puoi essere anche il più veloce di tutti e dominare - magari - 20 corse nella stagione, ma resti sempre un  EMERITO NESSUNO. Perché le nostre sono semplici corsette amatoriali, magari bene organizzate, ma non sono la "Milano-Sanremo", la "Liegi-Bastogne-Liegi" o la "Parigi-Roubaix". Non daranno fama e gloria a nessuno. L'anno dopo chi si ricorderà di te al di fuori del piccolo circolo degli appassionati frequentatori degli "Amatori"? Vale la pena rischiare dunque? E non parliamo dell'altro assurdo versante che tutti ben conosciamo: quello della farmacia. Che valore ha una vittoria o un piazzamento "rubato" grazie al doping? Cerchiano di essere uomini e non bambini che rubano il biscottino e nascondono la mano. Puoi ingannare tutti, ma non te stesso. Oltretutto in questa stagione si annunciano più frequenti controlli. Uomo avvisato...Auguri e buone pedalate a tutti. 


Torna su
CALENDARIO
programma gare - Marzo  2011 vessella misericordia cisterna
data denominazione corsa località partenza ritrovo società organizzatrice 1° partenza 2° partenza 3° partenza punti    
                     
27 Marzo   domenica 1° Trofeo                          Team Bike Terracina Terracina ore 9,00 via Appia  n. 118 Terracina chiusa adulti,       adulti elite,            senior elite chiusa                          Senior , Gentleman         M.C. Latina chiusa gentleman 6 sei moto due ambulanze    più medico
                     
programma gare - Aprile  2011 vessella misericordia cisterna
data denominazione corsa località partenza ritrovo società organizzatrice 1° partenza 2° partenza 3° partenza punti    
                     
03 Aprile     domenica 2° trofeo                ASD Il Pirata Sezze   Scalo ore 9,00 stazione servizio Eni via degli archi di san Lidano ASD Il Pirata chiusa                       adulti chiusa                       senior chiusa gentleman 3 sei moto due ambulanze    più medico
10 Aprile     domenica 2° Trofeo ASD P.M.S. Sabaudia Sabaudia ore 9,00 bar caffetteria al corso corsa v. emanuele II ASD P.M.S. Sabaudia   Trofeo Coppa Latina chiusa                       adulti chiusa                       senior chiusa gentleman 3 sei moto due ambulanze    più medico
17 Aprile     domenica 3° memorial  Vincenzo Mandara Latina ore 9,00 via del Lido ASD Carrozzeria Italia chiusa                       adulti chiusa                       senior chiusa gentleman 3 sei moto due ambulanze    più medico
23 Aprile     Sabato 3° Trofeo Drago on bike Memorial  A. Sarrecchia                            Sermoneta scalo ore 15,00 bar la Fraschetta stazione Sermoneta Drago On Bike chiusa                       adulti chiusa                       senior chiusa gentleman 6 sei moto due ambulanze    più medico
24 Aprile     domenica                      

 

Torna su


COMUNICATI
 

Torna su


REGOLAMENTO 2011  

Scarica il nuovo regolamento 2011 in formato *.doc

 

Torna su